Tutti i racconti

Il sesso si può fare al buio - la notte ne è anzi il luogo deputato - i giochi erotici no. Eros vuole guardare ed essere guardato, è voyeur ed esibizionista.

Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

 

Dejà vu

Dejà vu

Con fare goffo e tremante m'inginocchiai e, pur provando ancora imbarazzo, mi sentii più sicuro e a mio agio in quella posizione. Avanzai carponi fino ad Angela e strofinai il viso contro le sue scarpe per annusare il suo odore.

Leggi tutto

Imprinting

Imprinting

La mano della ragazzina, che non si era più allontanata dal caldo giaciglio, riprese l'azione di sfregamento. Dopo pochi secondi un improvviso senso di mancanza la attraversò.

Leggi tutto

Vic e l'esibizione

Vic e l'esibizione

Fu impossibile non notarlo: un capezzolo era rimasto piegato e sporgeva dal reggiseno. Lo si vedeva fare capolino con il suo tenue rosa, al di fuori del bordo di tessuto.

Leggi tutto

Fuoco

Fuoco

L’attimo speso per il mio imbarazzo aveva creato una sorta di interruzione tra i due perché lui, inaspettatamente, aveva spostato lo sguardo dalla sua preda a me.

Leggi tutto

Tracce

Tracce

Non sentì nient’altro che una folata di aria entrare nel letto, accompagnata dal calore di un corpo estraneo ma piacevolmente conosciuto.

Leggi tutto

Tentami

Tentami

E poi mi stupisco quando torni ancora, ancora e ancora per saziarti e appagarti di me e trovi altri appetiti.

Leggi tutto

L'Artigiano

L'Artigiano

E mentre lei reclinava la testa indietro, già pronta all’assalto dell’uomo, questi le aggrovigliava le vesti sul ventre.

Leggi tutto

La piscina

La piscina

È allora che ho incontrato il soffio delle tue labbra, un ritmo costante e sicuro, dalla tua bocca alla mia, senza esitazioni.

Leggi tutto

Voluttà

Voluttà

Il muro lì accanto ti accoglie e la tua schiena si inarca a far sì che io ti accarezzi più profondamente.

Leggi tutto

Attaccata al muro

Attaccata al muro

Le mani, le sue, le aveva abbandonate molli lungo i fianchi e io gliele avevo sollevate alte sopra la testa.

Leggi tutto

Devastata

Devastata

Rovesci il capo, mugoli, sospiri con le braccia quasi distese sopra al letto, le mani piene di lenzuola torte e stritolate.

Leggi tutto

Dicono di lei

Dicono di lei

«Dottore, considero il sesso orale come qualcosa da offrire, non da ricevere. La passività che denota riceverlo, per me, è simile alla morte».

Leggi tutto

Gli teneva stretta stretta la mano

Gli teneva stretta stretta la mano

Era quella scintilla negli occhi di lei, in quello sguardo così brillante e temerario, audace mentre lei gridava.

Leggi tutto

Come sale sulle ferite aperte

Come sale sulle ferite aperte

La sua bocca sussurrava lenta cose sporche nell’orecchio destro, poi si apriva in un morso famelico che mi faceva urlare.

Leggi tutto

C'è chi di norma se ne sta così

C'è chi di norma se ne sta così

Le infilo fino in fondo e poi le tiro indietro. Si sente un rumore liquido mentre le tiro fuori, una specie di schiocco lento.

Leggi tutto

Tocco il cazzo in un modo particolare

Tocco il cazzo in un modo particolare

Ma eravamo già presi dallo smanettarci addosso. Dal toccarci, dall'infilarci la lingua in bocca come se non l'avessimo mai fatto.

Leggi tutto

Con un amante mi ero persa

Con un amante mi ero persa

Il mio orgasmo era arrivato insieme al suo. Dopo, avevo sentito un dolore fitto tra le labbra.

Leggi tutto

Succhi sopra e succhi sotto

Succhi sopra e succhi sotto

Mi aveva baciato tenendomi un polso schiacciato contro il cuscino e, quando avevo provato a ribellarmi, me l'aveva stretto ancora più forte.

Leggi tutto

Aveva spiato i suoi mentre scopavano

Aveva spiato i suoi mentre scopavano

Fin da bambino, quindi, aveva imparato ad associare quell'umida viscosità degli slip al godimento della donna che li indossava.

Leggi tutto

Il fattore C e la donna che vomita arcobaleni

Il fattore C e la donna che vomita arcobaleni

B. è il sesso più selvaggio, quello doloroso, dove all'orgasmo quasi sempre seguono le lacrime.

Leggi tutto

Avevo sbavato tutto il cuscino

Avevo sbavato tutto il cuscino

Entro e lui chiude la porta alle mie spalle. Poi dà due giri di chiave. La cosa mi fa rabbrividire senza motivo.

Leggi tutto

Mille volte l'avrei baciata

Mille volte l'avrei baciata

Lei, E., nel suo vestitino leggero di cotone color crema, così totalmente offerta, abbandonata ai miei sguardi.

Leggi tutto

La macchia si stava già asciugando

La macchia si stava già asciugando

Il primo bacio era stato rubato tra le quattro pareti di quel piccolo studio, in piedi tra la poltrona - la stessa dell'orgasmo di oggi - e la grossa scrivania in legno.

Leggi tutto

Buongiorno

Buongiorno

Quel ciuffetto di peli è così invitante. E il suo sesso sembra disegnarsi sotto le mie mani che lo accarezzano delicatamente.

Leggi tutto

Estate

Estate

Aveva baciato altre ragazze, le sue amiche, ma sempre per gioco. Mai perché le desiderasse realmente.

Leggi tutto

Danse Macabre - Il sapore della libertà

Danse Macabre - Il sapore della libertà

Marie si abbandonò a tutto come se fosse la prima volta anche per lei, avvertendo dentro di sé i sussulti del ragazzo e il geyser che esplodeva.

Leggi tutto

Resta a giocare

Resta a giocare

Non ci pensai due volte, presi le sue lunghe dita delicate tra le mani e varcai il confine.

Leggi tutto

Brucarne i brividi

Brucarne i brividi

Ludovica roteava piano, alzava e abbassava il bacino in un movimento di serpe, ipnotico e musicale.

Leggi tutto

Il prete bello

Il prete bello

A lei parve che ci mettessero delle ore, dei giorni, ad alzarsi, assieme, avvinghiati.

Leggi tutto